Analisi
RAS 17 anni fa - venerdì 9 giugno 2000

RAS

Ras (9,69 euro; 18.762 lire) è una compagnia assicurativa operante prevalentemente nel ramo danni. Nel 1° trimestre del 2000, però, il ramo vita ha superato quello danni del 3% in termini di raccolta premi sulle polizze in essere, crescendo del 157% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. RAS, infatti, che già vendeva polizze attraverso gli sportelli (circa 730) della partner storica nella bancassicurazione Rolo Banca, ha iniziato a venderle anche attraverso quelli (più di 3.600) dell'intero gruppo Unicredito Italiano, ampliando notevolmente il bacino di distribuzione. Nel ramo danni, l'rc auto pesa per il 34%. Di conseguenza il recente provvedimento governativo in tema di blocco delle tariffe auto, se approvato, si ripercuoterà negativamente sul bilancio di RAS. Per questo abbiamo rivisto al ribasso del 10% le previsioni di utile per il 2000 a 0,62 euro (0,69 nel '99), che però aumenta del 20% se depurato dalle componenti straordinarie (da 0,47 del '99 a 0,56 nel '00). Nel '99, infatti, RAS ha registrato ricavi straordinari per 0,22 euro per azione, che non riteniamo si possano ripetere quest'anno. Nella strategia del gruppo riveste un ruolo sempre più importante Internet, nella duplice veste di canale distributivo interamente dedicato alla rete (Genialloyd) e di supporto ai canali tradizionali di distribuzione di servizi alla clientela (Twistras). All'estero, RAS ha rafforzato la posizione di leader nell'assicurazione viaggi: Elimonda (50% RAS e 50% Agf) ha acquisito il gruppo assicurativo americano World Access Inc., estendendo la propria presenza a 26 diversi Paesi di 4 continenti.
La politica della società ci continua a far essere positivi sul titolo, che è correttamente valutato. Acquistare.

RAS / ASSICURAZIONI

L'azione (nero; base 100), correttamente valutata, recupera rispetto al settore. Acquistate.

 

condividi questo articolo