Analisi
Edison 17 anni fa - lunedì 10 luglio 2000

EDISON

Edison (9,81 euro – 18.995 lire) è la capofila del gruppo Montedison (61,4 % del capitale) per il settore dell’energia. La società è, infatti, attiva nell'energia elettrica (76% del fatturato nel '99), nel gas (15%) e nell'acqua (1%). Di recente è entrata anche nel settore delle telecomunicazioni con la costituzione di EdisonTel (100% del capitale), che poserà entro la fine del 2001 più di 2000 Km di fibra ottica, sfruttando la rete ad alta tensione di Edison. Un'opera che dovrebbe cominciare a generare utili già a fine 2000. Attraverso EdisonTel, Edison è in trattative con Acea di Roma e Telefonica (società di telecomunicazioni spagnola) per la partecipazione al consorzio per la gara Umts – i telefonini della nuova generazione. Quest'alleanza le permetterà di entrare in uno dei maggiori mercati locali di telecomunicazione, senza dimenticare i possibili sviluppi nei mercati dell'elettricità, gas e acqua dove Edison e Acea svolgono attività complementari. Edison ha inoltre superato il 2% nel capitale di Amga (ex municipalizzata ligure). L'incremento di tale partecipazione fa parte di una più ampia strategia di penetrazione nel capitale delle ex municipalizzate in vista di una loro privatizzazione – Edison infatti ha già il 5% di Aem di Milano, lo 0,82% di Acea di Roma e il 2,37% di Acsm di Como – in modo da avere un più facile gioco per alleanze e controllo post-privatizzazione.
La buona strategia della società ha portato un'euforia sul titolo, che è ora caro. Per il 2000 ci attendiamo un utile di 0,37 euro. Mantenere.

EDISON (in euro)

La forte domanda del titolo ha portato ad aumenti del prezzo e l'azione è cara. Mantenere.

condividi questo articolo