Analisi
Adva Optical Networking 17 anni fa - martedì 17 ottobre 2000

ADVA OPTICAL NETW.

· Componenti per telecomunicazioni
· Francoforte (Euro.NM - ADAG.F)
· 83 euro

Adva Optical Networking (AON) è una società tedesca, fondata nel 1994, specializzata nella produzione di componenti per il miglioramento della capacità di trasmissione delle fibre ottiche. Inizialmente costose le fibre ottiche, molto più rapide dei tradizionali cavi in rame, erano riservate alle reti di trasmissione a lunga distanza in un ambito in cui era evidente la necessità di trasmettere ad alta velocità. In seguito alla liberalizzazione dei mercati delle telecomunicazioni e all'esplosione di Internet, gli operatori hanno sentito il bisogno di aumentare la capacità di trasmissione. E quindi hanno progressivamente sostituito le fibre ottiche ai cavi classici, nella costruzione di reti regionali e metropolitane. Come potete ben immaginare l'installazione di nuovi cavi è molto costosa e quindi, per accrescere la capacità di trasmissione, è meglio aumentare il rendimento di quelli già esistenti. E qui entra in gioco AON. Questa società è infatti specializzata nella produzione di multiplessori/demultiplessori, cioè dei componenti che permettono di dividere la fibra ottica in vari canali tutti in grado di far passare una lunghezza d'onda specifica del segnale luminoso che trasporta i dati. E ovviamente più canali significano più capacità di trasmissione.
Tra le altre cose, AON ha concluso accordi OEM (Original Equipment Manufacturer) con Alcatel, Cisco e Siemens, tre giganti del mercato delle trasmissioni a fibre ottiche.
Ma non è tutto oro quello che luccica, poiché la concorrenza è sempre più agguerrita, in un settore dalle ottime prospettive. Molteplici start-up hanno fatto il loro ingresso, con prodotti di nicchia, che potrebbero rendere obsoleti gli standard attuali. AON ha quindi reagito, acquisendo tre società, attive nel suo settore, consolidando la sua posizione e acquisendo nuove competenze, difficili da sviluppare per via interna.

Lo sviluppo di Internet e la convergenza tra telecomunicazioni e multimedia assicurano un avvenire roseo ai sistemi e ai componenti di trasmissione per fibre ottiche. AON è nella posizione ideale per coglierne le opportunità, ma le recenti acquisizioni peseranno sul prossimo bilancio, che dovrebbe chiudersi con una perdita di 0,03 euro per azione. I primi utili sono attesi per l'anno prossimo (0,17 euro nel 2001 e 0,39 euro nel 2002). Al prezzo attuale, che è di oltre 500 volte gli utili attesi nel 2001, l'azione è sicuramente cara. NON ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI AON IN EURO

condividi questo articolo