Analisi
Azioni o obbligazioni nel lungo periodo? 16 anni fa - lunedì 16 ottobre 2000

AZIONI O OBBLIGAZIONI NEL LUNGO PERIODO?

Vorrei investire nel mercato azionario ma temo che questo non sia il periodo migliore perché le quotazioni sono già cresciute molto e stanno scendendo. Voi che cosa mi consigliate?

· Le Borse mondiali sono state molto volatili, ossia soggette a forti e frequenti alti e bassi, nell’ultimo periodo. Ma quando si investe in azioni occorre sempre fare valutazioni in un’ottica di lungo periodo. Basandoci sul mercato americano, sicuramente il più evoluto e con una più lunga e affidabile serie storica di dati, si riscontra proprio come la volatilità dei rendimenti azionari scenda al crescere dell’orizzonte temporale dell’investimento. Considerando i rendimenti per ogni periodo pari a 25 anni ottenuti dal 1871 ad oggi si ottiene un dato medio, al netto dell’inflazione Usa, del 6,9%, con un rendimento minimo del 2,4% e massimo dell’11,9%, quest’ultimo ottenuto proprio nell’ultimo periodo terminato nel 1999. Nel peggiore dei casi si sarebbe quindi ottenuto comunque un guadagno oltre che compensare l’inflazione.
· Investire nel mercato quando è già salito molto può apparire più rischioso, per esempio se si fosse investito nel 1967, dopo sette anni ci si sarebbe ritrovati con una perdita di oltre il 40%. Ma dopo un più lungo arco di tempo (25 anni nel nostro esempio), la situazione sarebbe tornata positiva.
· Nel nostro grafico illustriamo un caso in cui l’investimento in azioni risulta peggiore rispetto a uno in obbligazioni nel breve periodo (1-2 anni), ma nel lungo prevale nettamente.
· Entrando nel mercato azionario con un’ottica di investimento di lungo periodo quindi non ha molto da temere dalla volatilità e dagli alti corsi raggiunti. Noi tentiamo di migliorare ancora i risultati fornendovi consigli su di un'attenta selezione e diversificazione del portafoglio sia in azioni che in altri titoli. Vedi anche Soldi Sette n° 378 per sapere come costruirsi un portafoglio.

CONFRONTO AZIONI E OBBLIGAZIONI ITALIANE

Un investimento in azioni (grassetto; base 100), sebbene nel breve periodo possa essere meno remunerativo delle obbligazioni, si dimostra a lungo il migliore.

condividi questo articolo