Analisi
Gruppo Formula 16 anni fa - martedì 3 ottobre 2000

GRUPPO FORMULA

· Software ERP
· Easdaq (GFOR.ED)
· 15,55 euro

Anche se non ci attendevamo buoni risultati annuali il Gruppo Formula (GF), specialista italiano dei software ERP, ci ha comunque deluso. Il fatturato è salito solo del 9,9 % grazie, ancora una volta, alla vendita dei servizi (+ 21,4 %). Invece, le vendite delle licenze sono diminuite dell'8,4 % rispetto allo scorso anno, con una perdita per azione di 2,6 euro. Tra le cause citiamo, innanzitutto, una strategia di internazionalizzazione disastrosa nonostante gli enormi investimenti sostenuti, mentre Diapason, software ERP concepito soprattutto per il mercato italiano, non si è mai imposto presso la « grande clientela » che gli ha preferito concorrenti più conosciuti come SAP, Oracle, PeopleSoft o Baan. Un'altra causa sono gli investimenti effettuati per diversificare l'attività e che non hanno ancora fornito i risultati previsti. La dirigenza ha allora deciso di prendere il toro per le corna e di vendere le divisioni Risorse Umane e Cézanne (il prodotto « trampolino » per l'espansione internazionale) concentrandosi sui software ERP. Anche se questa decisione non avrà un forte impatto sul fatturato, i guadagni derivanti dalla vendita dei servizi dovranno rimanere consistenti, poichè la gran parte delle PMI italiane, ovvero i clienti principali di GF, dovranno adattare i loro software all'euro, rivolgendosi proprio a GF. Nel lungo periodo, tuttavia, le vendite di servizi dovrebbe diminuire. Quindi è questo il momento in cui GF deve investire per migliorare i suoi prodotti ERP, poiché uno dei maggiori concorrenti di GF, la tedesca SAP, cominicia a fare gli « occhi dolci » alle PMI, e collabora con l'italiana ePlanet per la realizzazione di una versione dei suoi software ERP specifica per gli ASP (Application Service Providers), una formula particolarmente interessante per le PMI.

Gruppo Formula scomette su un solo mercato (italiano) e su un solo prodotto (i software ERP), scelta che ci sembra eccessivamente rischiosa, poichè la concorrenza non sembra intenzionata a cedere le armi. NON ACQUISTARE.

condividi questo articolo