Analisi
OPV Datamat 17 anni fa - lunedì 2 ottobre 2000

OPV DATAMAT

· Partirà il 5 ottobre, per concludersi il giorno successivo, l’Offerta Pubblica di Vendita (Opv) relativa alle azioni Datamat. Il prezzo che si pagherà per ogni azione in sede di Opv sarà compreso tra 18 e 24 euro. Il lotto minimo è di 100 azioni. Chi partecipa dovrà dunque sborsare tra 3.500.000 e 4.700.000 lire. Le azioni saranno quotate sul Nuovo Mercato a partire dal 12 ottobre.
· Datamat, presente da 30 anni sul mercato, è uno dei primi operatori italiani nel settore dell’Information and Communication Technology (ICT – tecnologie informatiche e telecomunicazione). L’ampia gamma di prodotti offerti (software, pacchetti applicativi, sistemi integrati e soluzioni Internet), fanno di Datamat un gruppo dalle prospettive interessanti.
· Secondo le nostre stime, il valore di Datamat è compreso tra 450 e 500 milioni di euro. Tale valutazione corrisponde a un prezzo per azione compreso tra i 17 e i 19 euro.
Ci aspettiamo che il titolo sarà collocato ad un prezzo vicino al massimo della forchetta indicata dalla società (18-24 euro) e risulti quindi caro.
· Il buon padre di famiglia si astenga dunque dal partecipare all’Opv. Tuttavia, riteniamo che il titolo almeno nelle prime fasi della quotazione possa beneficiare del giudizio positivo formulato da alcune banche. In un’ottica di breve periodo, consci del forte rischio insito in un investimento di questo tipo, potete tentare la speculazione: partecipate all'Opv e vendete in occasione dei primi rialzi.

condividi questo articolo