Analisi
Solvay 17 anni fa - lunedì 16 ottobre 2000

SOLVAY

Il gruppo chimico e farmaceutico belga Solvay (67,80 euro – 131.279 lire; SOLBt.BR) ha appena acquisito la società farmaceutica brasiliana Sintofarma. Quest’acquisizione, che gli spalanca le porte del mercato farmaceutico sudamericano, è strategicamente interessante, anche se avrà un impatto limitato sugli utili del gruppo. Sempre in Brasile, Solvay ha annunciato la creazione, insieme alla brasiliana Dacarto, di una società comune nel PVC.
Nel 2° semestre la salita dei prezzi petroliferi dovrebbe avere un impatto limitato sulla divisione chimica di Solvay (29% degli utili industriali nel 1° semestre), mentre nelle plastiche (51% degli utili industriali) ci attendiamo un rallentamento della crescita (aumento dei prezzi dell'etilene – materia prima per il PVC –  e rallentamento del settore della costruzione). Solvay continuerà comunque a beneficiare della ripresa in Europa e della forza del dollaro.
Il gruppo è molto attivo (alleanze, acquisizioni…). Malgrado la salita del petrolio, continuiamo a prevedere un utile per azione di 5,96 euro nel 2000 e di 6,47 euro nel 2001. L'azione, correttamente valutata, è interessante per il lungo termine.

SOLVAY (in euro)

L'azione ha sofferto dell'impennata dei prezzi petroliferi. Approfittate del recente calo per acquistare.

condividi questo articolo