Analisi
Edison 16 anni fa - lunedì 20 novembre 2000

EDISON

Edison (11,79 euro – 22.829 lire), società attiva nel settore dell'energia (elettricità e gas) e telecomunicazioni (tramite Edisontel che partecipa per il 3% al consorzio IPSE, aggiudicatario di una delle licenze UMTS), ha pubblicato dati relativi ai primi 9 mesi del 2000 che mostrano i ricavi in crescita del 60% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Gli utili sono aumentati del 15%, a un ritmo, quindi, inferiore a quello dei primi 6 mesi dell'anno (+30% rispetto a giugno '99) soprattutto per il maggiore peso dei costi per materie prime e servizi. La società sta proseguendo nella strategia di crescita nel settore energetico. In particolare ha stretto accordi con la municipalizzata ASM di Bressanone partecipando per il 40% a una nuova società – denominata GaSCo – che distribuirà metano nella zona di Bressanone, con un bacino potenziale di 18 mila clienti. Nel settore elettrico Edison ha manifestato l'intenzione di acquistare Elettrogen spa, la prima delle società che Enel dovrà mettere sul mercato nei prossimi mesi. In Lombardia Edison ha firmato un contratto per l'acquisto della Metano Lombarda spa che, direttamente o tramite controllate, distribuisce gas a 19 mila persone tra le provincie di Como, Mantova, Milano e Pavia.
La strategia di Edison dovrebbe rafforzarne i margini di guadagno. Tuttavia il titolo è ancora caro. Ci aspettiamo un utile per azione di 0,385 euro per il 2000 e di 0,4 per il 2001. Mantenere

EDISON / BORSA

Il titolo (nero; base 100) va peggio della Borsa e agli attuali livelli di prezzo è caro. Mantenere.

condividi questo articolo