Analisi
Alleanza 16 anni fa - venerdì 22 dicembre 2000

ALLEANZA

Alleanza (16,65 euro – 32.239 lire), compagnia assicurativa controllata da Generali, è leader in Italia nel ramo vita. Il gruppo ha presentato i risultati relativi ai primi nove mesi di attività. Il risultato dell’attività ordinaria (escluse le partite straordinarie e le tasse) è quasi raddoppiato rispetto a tutto il 1999. Il risultato ante imposte al 30 settembre 2000, seppure in presenza di oneri straordinari (pari a 0,004 euro per azione) è già superiore del 7% rispetto all’intero ’99, che pure aveva beneficiato di elevati proventi straordinari (pari a 0,26 euro). L’utile netto registra così un incremento del 2,5% rispetto all’intero utile netto ’99 (l’incremento è del 17% a termini omogenei). Tali risultati sono accompagnati da una crescita consistente relativa ai premi della nuova produzione, che sono cresciuti del 16%. In forte crescita anche le polizze previdenziali di lunga durata (+12%), rispetto a un mercato in decremento, a conferma della leadership di settore. Per quanto riguarda la nuova produzione, sono stati realizzati due nuovi prodotti di previdenza: uno finalizzato alla costituzione della pensione integrativa e l’altro a una rendita immediata. Inoltre, a partire da gennaio 2001, nei punti vendita Alleanza saranno disponibili i prodotti bancari di Banca Generali, in modo da completare l’offerta.
I risultati a fine settembre confermano il buon andamento dei primi sei mesi e la bontà della strategia del gruppo. La società ha buone prospettive. Potete mantenere il titolo anche se è molto caro.

ALLEANZA / ASSICURAZIONI

Il titolo (nero; base 100) è in linea con il settore. Anche se è molto caro, mantenetelo in portafoglio.

condividi questo articolo