Analisi
Siemens 16 anni fa - venerdì 22 dicembre 2000

SIEMENS

La tedesca Siemens (132,50 euro –256.556 lire; SIEG.F), dopo i risultati record dello scorso esercizio, prevede un fatturato in crescita del 10% per l'esercizio che terminerà il 30/9/2001 e conta di accrescere la redditività del 20% annuo nei prossimi tre anni. A tale fine Siemens continuerà la ristrutturazione iniziata nel '98 e svilupperà una rete Internet interna per collegarsi con i propri clienti e fornitori. Inoltre il gruppo ambisce a fare degli Usa il suo principale mercato e la sua quotazione a New York il 12 marzo 2001 gli procurerà moneta di scambio per eventuali acquisizioni negli Usa. Inoltre con i proventi dell'imminente scorporo della filiale Infinéon (semiconduttori) il gruppo potrà finanziare acquisizioni strategiche nelle telecomunicazioni e le tecnologie dell'informazione. Certo in futuro Siemens continuerà a beneficiare della sua posizione di forza nei promettenti settori della telefonia mobile e le telecomunicazioni, ma la concorrenza comincia a farsi sentire e negli Usa (23% del fatturato del gruppo) l'economia sta rallentando.
In questo contesto difficile dubitiamo che il gruppo riesca a centrare il suo obiettivo di redditività, tuttavia rinnoviamo la nostra fiducia alla sua direzione (ristrutturazione riuscita) e ci aspettiamo che a medio termine Siemens si riconcentri sulle sue attività di base. L'azione è correttamente valutata: mantenere.

SIEMENS (in euro)

Malgrado l'ottimismo della direzione il rallentamento della crescita americana pesa sul titolo. Mantenere.

 

condividi questo articolo