Analisi
Autonomy 16 anni fa - martedì 23 gennaio 2001

AUTONOMY

· Gestione delle conoscenze
· Easdaq - AUTN.ED
· 2300 pence

Negli ultimi tempi, il prezzo della società inglese specializzata nella realizzazione di motori di ricerca intelligenti è fortemente fluttuato. Innanzitutto è stato messo sotto pressione dal minacciato rallentamento dell'economia americana e dal profit warning di Inktomi, società statunitense ritenuta, erroneamente, una concorrente di Autonomy. La discesa del titolo è stata comunque di breve durata. La dirigenza ha immediatamente rassicurato la comunità finanziaria riguardo il vigore della crescita del fatturato, nonostante le difficoltà economiche. Speriamo che i dirigenti non siano stati troppo ottimisti, poiché in questo campo ogni delusione è destinata ad essere pagata cara.
Da un altro punto di vista, certamente più significativo delle affermazioni della dirigenza, segnaliamo i nuovi accordi di collaborazione, chiusi con partner di assoluto livello come IBM o, in misura minore, Business Object, accordi che sembrano dare maggiore validità alla tecnologia della società di Cambridge.
Segnaliamo infine che Ericsson e Sonera svilupperanno su larga scala le soluzioni proposte da Autonomy.
Il quadro generale potrebbe sembrare quasi idilliaco. Quasi, poiché la concorrenza non rimane certo con le mani in mano, come dimostrano le mosse di Yahoo! nella realizzazione dei portali destinati alle aziende, e il prezzo del titolo non è a buon mercato.

Autonomy è una delle migliori società del nostro portafoglio, ma attualmente il suo prezzo ne dissuade l'acquisto. MANTENERE.

ANDAMENTO DI AUTONOMY IN PENCE

condividi questo articolo