Analisi
Bipop Carire 16 anni fa - lunedì 8 gennaio 2001

BIPOP CARIRE

Bipop-Carire (6,32 euro – 12.237 lire) è una banca regionale con sportelli concentrati soprattutto in Lombardia e Emilia Romagna. Il gruppo, fino a oggi, ha adottato una politica di crescita attraverso lo sviluppo di canali telematici – trading on line (grazie alla controllata Fineco). I risultati dei primi nove mesi di attività del 2000, comparati con quelli dello stesso periodo del precedente esercizio, confermano la crescita del gruppo. Il margine di interesse è cresciuto del 53% e grazie al forte aumento delle commissioni (+95%), anche il margine di intermediazione ha registrato un significativo aumento (+64%). Tali risultati hanno consentito all’utile netto, pari a 0,176 euro, di crescere dell’84%. Dal punto di vista strategico il gruppo continua con la strategia di potenziamento dell’attività Internet. A partire dal 28 dicembre 2000, Bipop è quotata anche al Nuovo Mercato di Francoforte. Contestualmente alla quotazione, la banca di Brescia ha lanciato un’offerta pubblica di scambio su Entrium Direct Bankers, banca on line tedesca già controllata al 69%.
I risultati al 30 settembre 2000 sono in linea con le nostre stime e confermano i buoni risultati semestrali. Agli attuali livelli di prezzo, il titolo tiene ampiamente conto dei buoni risultati ed è molto caro. Mantenere.

BIPOP CARIRE / BANCHE

Il titolo (nero; base 100) va meglio del settore bancario e merita di essere mantenuto in portafoglio.

condividi questo articolo