Analisi
Parmalat 16 anni fa - lunedì 8 gennaio 2001

PARMALAT

Parmalat (1,71 euro – 3.311 lire), è un gruppo alimentare, operante in quattro settori: latte e derivati (61% del fatturato totale), fresco (24%), vegetali (8%) e forno (7%). I risultati dei primi nove mesi del 2000 sono in linea con le nostre stime e confermano l’andamento positivo dei primi sei mesi dell’anno. Il fatturato al 30 settembre 2000 è già pari all’85% dell’intero fatturato ’99. Se il trend sarà confermato, come crediamo, anche nel quarto trimestre dell’anno, per la fine del 2000 ci attendiamo una crescita del fatturato rispetto al ’99 nell’ordine del 10-12%. Grazie al contenimento dei costi operativi, prevediamo un utile netto a fine 2000 pari a 0,14 euro per azione, in forte crescita (+23%) rispetto a quello del ’99. Dal punto di vista strategico, Parmalat continua il suo processo di espansione internazionale. Dopo aver concluso l’accordo con l’americana MA Holdings (leader nei prodotti da forno), il gruppo, all’inizio di novembre, ha acquisito la partecipazione di controllo della società inglese Dairytime Ltd. Tale società, che detiene circa il 6,5% del mercato dello yogurt in Gran Bretagna e che produce anche creme e formaggi freschi, svilupperà ulteriormente la distribuzione dei prodotti, in particolare dei formaggi italiani e canadesi, attualmente distribuiti da Parmalat in Gran Bretagna.
I buoni risultati dei primi nove mesi confermano la bontà della strategia del gruppo. Agli attuali livelli di prezzo, il titolo rimane correttamente valutato. Acquistare.

 

PARMALAT / ALIMENTARE

Il titolo (nero; base 100), correttamente valutato, ha buone prospettive. Potete acquistare.

condividi questo articolo