Analisi
Renault 17 anni fa - lunedì 8 gennaio 2001

RENAULT

Nel 2000 le vendite europee della francese Renault (55,50 euro – 107.463 lire; RENA.PA) sono diminuite del 4% (in unità). Ma ciò non ci sorprende visto che la sua capacità produttiva nei motori diesel non ha potuto soddisfare la forte domanda e la commercializzazione della nuova Laguna è stata rimandata a questo mese. Ma il 2001 si annuncia migliore. Il gruppo dovrebbe beneficiare del lancio delle nuove Laguna II e Clio e dall’aumento della capacità produttiva (da 850.000 a 1,4 milioni di unità) nei motori diesel. Inoltre nel corso dell’anno Nissan grazie alle riduzioni dei costi (chiusura di fabbriche,…) dovrebbe cominciare a contribuire ai risultati del gruppo e i due partner concretizzeranno i primi accordi di collaborazione (la Renault Scenic e la Clio saranno così prodotte su delle catene di montaggio di Nissan in Messico) che non dovrebbero però influenzare molto i risultati. L'intesa fra i due gruppi dovrebbe avere effetti tangibili sugli utili solo dal 2002/2003, quando Renault e Nissan collaboreranno di più in Europa (stessi componenti e comune rete commerciale).
Continuiamo a prevedere per Renault un utile per azione di 4,5 euro per il 2000 e di 6,7 euro per il 2001. Secondo noi il gruppo ha fatto bene a assumere il controllo di Nissan per servirsene per rilanciare la sua crescita in Europa. Non ci stupirebbe, a medio termine, l'annuncio della fusione fra i due gruppi. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

RENAULT (in euro)

Nissan a poco a poco diventerà il motore di crescita di Renault. Acquistare.

condividi questo articolo