Analisi
STMicroelectronics 16 anni fa - lunedì 29 gennaio 2001

STMICROELECTRONICS

Risultati 2000 record per l’italo-francese STMicroelectronics (STM; 48,45 euro – 93.812 lire; STM.PA), leader europeo nei semiconduttori. L'utile per azione è triplicato (1,55 euro) e il fatturato – trainato dalla crescita dei componenti per le telecomunicazioni (+75% rispetto al '99) e l'elettronica di largo consumo (+44%) – è aumentato del 54%. La crescita, superiore a quelle delle vendite mondiali di semiconduttori (+35%), le ha permesso di conquistare quote di mercato e di diventare, quanto a fatturato, il 7° produttore al mondo nei semiconduttori. Ma il 2001 si annuncia difficile. Come i concorrenti, STM dovrebbe risentire del rallentamento mondiale del mercato dei semiconduttori. Visto il minor ritmo di crescita delle vendite nella telefonia mobile e nei pc, ribassiamo da 1,98 a 1,73 euro le nostre previsioni sull'utile per azione di STM nel 2001, anche se la forte diversificazione del suo portafoglio di prodotti (telecomunicazioni, auto, PC…) dovrebbe permetterle di resistere meglio dei concorrenti a questo rallentamento, che comunque dovrebbe essere solo temporaneo. Infine STM ha annunciato l'acquisizione delle attività elettronica di largo consumo dell'americana Ravisenti per rafforzarsi nei semiconduttori per apparecchi digitali (DVD, …).
Nel 2001 STM soffrirà del rallentamento del settore, ma la diversificazione del suo portafoglio e i suoi prodotti competitivi ne limiteranno l'impatto sui conti aziendali. L'azione è conveniente. Acquistare.

STM / SEMICONDUTTORI

Il rallentamento dei semiconduttori ha pesato sul titolo (nero; base 100). Ma STM reggerà. Acquistare.

condividi questo articolo