Analisi
Topcall 16 anni fa - martedì 23 gennaio 2001

TOPCALL

· Messaggeria integrata
· Easdaq (TOPC.ED)
· 5,2 euro

Il numero 1 austriaco della messaggeria integrata ha pubblicato i risultati provvisori per l'anno 2000. In linea con le nostre previsioni il fatturato sarà attorno ai 35 o 36 milioni di euro, cioè tra il 14 ed il 17% in più rispetto al 99. Gli utili prima delle imposte saranno compresi tra i 3 ed i 4 milioni di euro, circa la metà rispetto al 99. Questo a causa dei costi eccezionali legati ad alcune acquisizioni e non costituisce un criterio affidabile per giudicare la futura redditività operativa. Al riguardo l'andamento delle vendite del nuovo sistema (Communication Server One) è ben più che eloquente. Nel quarto trimestre le vendite di questo sistema sono salite del 40% rispetto allo stesso periodo del 99. Questa bella crescita conferma le attese e le speranze della dirigenza nel recupero del mercato della messaggeria integrata, dopo un primo semestre sfavorevole. Topcall si mostra ugualmente fiduciosa, nonostante il previsto rallentamento, da parte delle imprese, negli investimenti in servizi IT. Il portafoglio ordini al 31 dicembre era cresciuto del 20% rispetto allo stesso periodo del 99. Inoltre la società conta molto sul lancio dei nuovi prodotti, e sul miglioramento di quelli esistenti, che avverrà a marzo, al prossimo CeBIT 2001. Infine Topcall attende un buon contributo al fatturato da parte delle aziende acquistate lo scorso anno (A-Consult e Recos).

Il 2000 è stato un esercizio difficile, con condizioni di mercato sfavorevoli e una costosa integrazione delle due aziende acquisite. Quest'anno si presenta nettamente migliore. Ai prezzi attuali voi pagate una volta il fatturato e 11 volte gli utili attesi per l'anno in corso. ACQUISTARE.

condividi questo articolo