Analisi
Autonomy 16 anni fa - martedì 20 febbraio 2001

AUTONOMY

· Gestione delle conoscenze
· Easdaq (AUTN.ED)
· 1474 pence

Autonomy, la società britannica specializzata nei motori di ricerca intelligenti, continua ad alimentare la polemica sorta negli ultimi tempi.
Tutto è partito da una polemica tra l'AD e la comunità finanziaria, riguardo alcune persone che lavorano per la Microsoft e identificate - per errore - da un analista di una banca d'affari come ex-dipendenti Autonomy.
Al di là del singolo episodio, questa polemica sottolinea la fragilità nella valorizzazione di alcune società di crescita. La defezione da parte di qualche illustre sconosciuto potrebbe rimettere in discussione il valore di un'azienda? Questa cosa, impensabile nei confronti di un'impresa ben radicata, potrebbe essere giustificato se analizziamo un'azienda nata appena 5 anni fa. E, malgrado tutto, i risultati fanno impressione.
Per quanto riguarda lo scorso anno il fatturato si è moltiplicato per 3 e i margini sono saliti, mentre la perdita del '99, si è trasformata in un utile per azione di 10 cents e la società dispone di una liquidità non trascurabile, se consideriamo questi tempi di carestia.
Ma, al di là di questi buoni risultati, è stato il lancio del nuovo prodotto AXE, a colpire la nostra attenzione. Questa tecnologia permette di indicizzare automaticamente i documenti XML e, cosa più importante, di comprendere il significato degli indici esistenti. Questo balzo in avanti è molto importante perché, secondo noi, l'utilizzo sempre più ampio del linguaggio XML (che permette la comprensione del contenuto dei documenti) potrebbe mettere in dubbio la supremazia di Autonomy a vantaggio dei motori di ricerca «classici», sino a qui più limitati di quelli realizzati dalla società inglese.

Questo allargamento dell'offerta di Autonomy, così come l'inclusione della voce, è di buon augurio per l'avvenire. Comunque, anche se il prezzo è fortemente sceso negli ultimi mesi, l'azione è ancora troppo cara per essere acquistata. MANTENERE.

ANDAMENTO DI AUTONOMY IN PENCE

condividi questo articolo