Analisi
Bulgari 16 anni fa - lunedì 26 febbraio 2001

BULGARI

Bulgari (12,37 euro – 23.952 lire), terzo gioielliere al mondo, ha annunciato di aver stretto un accordo con l'americana Marriott International (attiva nel settore alberghiero) per la creazione di Bulgari Hotel & Resorts, una catena di alberghi di lusso, a cui Bulgari fornirebbe il marchio e il design, e di cui Marriott curerebbe la gestione. L'operazione comporterà investimenti per 70 milioni di dollari (77 milioni di euro) diluiti nel corso di 5 anni, ma con un impatto modesto sui profitti dell'esercizio in corso e su quello del 2002. Bulgari Hotel & Resorts dovrebbe produrre utili a partire dal 2004, mentre entro il 2007 il suo peso dovrebbe salire a un quinto del fatturato di gruppo. Riteniamo che l'intera operazione dovrebbe avere un impatto assai limitato sui profitti, almeno nel corso del 2001, ma il cambiamento di strategia della società ci lascia molto perplessi. Bulgari si sta, infatti, spostando verso un settore (quello alberghiero) tradizionalmente meno redditizio di quello in cui opera e questo nel lungo periodo dovrebbe rendere il titolo, già caro, ancora meno interessante. È giunto il momento di vendere.
Dopo l'annuncio della nuova attività il titolo ha perso il 6%, salvo poi recuperare, spinto da pressioni speculative. La società intende, infatti, modificare l'oggetto sociale in modo da comprendere l'attività alberghiera, e questo, per legge, darebbe la possibilità agli azionisti di minoranza di farsi rimborsare le proprie azioni al prezzo medio dell'ultimo semestre, prezzo oggi di poco superiore a quello attuale. Meglio vendere quest'azione molto cara.

BULGARI / BORSA

Bulgari (in nero; base 100) è cara e si sta orientando verso una strategia poco interessante. Vendere.

condividi questo articolo