Analisi
Genset 16 anni fa - martedì 20 febbraio 2001

GENSET

· Biotecnologie
· Parigi (GENX.LN - Euro.NM)
· 41,70 euro

La società biotecnologica francese Genset, ha fatto partire la nuova strategia annunciata lo scorso mese di agosto. Utilizzerà le sue conoscenze nella genomica per concentrarsi sulla scoperta in autonomia, di nuove molecole nei campi del metabolismo e del sistema nervoso centrale. Segnaliamo che, per quanto riguarda la molecola Famoxin, soprannominata l'«insulina dell’obesità » e in fase di sviluppo presso Genset, sono già stati pubblicati risultati promettenti. I test sull'uomo (fase I) sono previsti per la fine del 2001.
Un successo dei primi test clinici della Famoxin sull’uomo aprirebbe a Genset ottime prospettive, che potrebbero stimolare l'interesse di un partner o, nel lungo periodo, le mire di un possibile acquirente.
Nel frattempo limitiamo gli entusiasmi. Benché l'obesità colpisca un quarto della popolazione americana ed europea, cioè un mercato potenzialmente enorme, nessuno è in grado di dire la proporzione raggiungibile dalla Famoxin e un medicinale - sicuramente ipotetico in base ai dati attuali - non è previsto sul mercato prima di 5 anni. Ma se Genset, come sta già cercando di fare, concludesse un accordo di collaborazione con un gigante della farmaceutica, potrebbe già ottenere dei guadagni, senza essere costretta ad attendere quella data, e potrebbe essere in utile già dal 2002, cioè ben prima del 2005, data d’equilibrio, nell'ipotesi in cui non si raggiunga nessun accordo di collaborazione.
Ma, al di là della questione della redditività, la ricerca di un accordo è cruciale per il finanziamento delle ricerche di Genset. La prevista vendita della divisione, già redditizia, degli oligonucleotidi (uno dei leader mondiali del DNA sintetico) dovrebbe portare un po' di sollievo, ma anche la perdita di 54 dipendenti, pari ad 1/10 della forza lavoro attuale. Ma le ambizioni di Genset, di scoprire due nuove molecole l'anno, necessitano di grossi mezzi e un percorso in solitaria è molto difficile da fare se si hanno 70 milioni d'euro in cassa e spese annuali di Ricerca & Sviluppo pari a 40 milioni.

Se la nuova strategia è senza dubbio la migliore per crescere, non è comunque priva di rischi, poiché Genset non ha ancora sviluppato una sola molecola e la sua situazione finanziaria non è particolarmente brillante. Ai prezzi attuali, pensiamo che sia una scommessa che può essere giocata solo dai lettori più audaci. ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI GENSET IN EURO

condividi questo articolo