Analisi
Mondadori 17 anni fa - lunedì 5 febbraio 2001

MONDADORI

Mondadori (10,50 euro – 20.331 lire) è attiva principalmente in tre rami di attività: libri, periodici e pubblicità.
Le notizie relative a questo settore continuano a non essere particolarmente incoraggianti: per la pubblicità si prevede un rallentamento (da +13-14% nel 2000 a +8% nel 2001), mentre i costi della carta continuano a salire e il settore new media presenta ancora prospettive incerte. È anche vero, tuttavia, che i prezzi dei titoli del settore hanno già tenuto ampiamente conto dello scenario sfavorevole, ed inoltre Mondadori è tra le società in cui la pubblicità pesa meno (50% del fatturato).
I risultati relativi al 2000 non sono ancora stati resi noti (verranno pubblicati dopo il 20 marzo). Vista la notevole incertezza nel settore e la mancanza di strategie particolarmente aggressive, abbiamo leggermente ribassato le nostre stime sull’utile 2000 e 2001 (rispettivamente da 0,35 a 0,34 euro per azione e da 0,39 a 0,38 euro per azione).
Dal punto di vista strategico le ultime notizie di una certa rilevanza risalgono a novembre (accordo con eBisMedia, la società editoriale di eBiscom) e a dicembre (joint-venture con il gruppo tedesco Bertelsmann per un sito di vendita libri on line).
Viste le prospettive, il titolo resta caro anche dopo il crollo dell’ultimo anno. Per il momento potete mantenerlo.

MONDADORI / BORSA

Il titolo (nero; base 100) ha subìto il crollo del settore media. Per il momento, mantenere.

condividi questo articolo