Analisi
Pirelli 16 anni fa - lunedì 26 febbraio 2001

PIRELLI

I primi risultati pubblicati da Pirelli (3,97 euro – 7.687 lire) per il 2000 sono in linea con le nostre attese. Il fatturato è aumentato del 15% e gli utili (senza risultati finanziari, straordinari e imposte) del 31%. Malgrado il rallentamento del settore delle fibre ottiche, la divisione cavi è quella che ha contribuito di più alla crescita degli utili. I risultati hanno evidenziato anche le importanti risorse finanziarie di cui Pirelli dispone dopo la vendita di attività. Secondo noi questi capitali serviranno per acquisizioni nei cavi – dove il gruppo potrà approfittare anche del calo dei titoli delle società attive in questo campo – divisione che rappresenta sempre di più il principale motore della crescita del gruppo. Nei pneumatici la salita dei prezzi di sembra continuare e le ristrutturazioni in corso continueranno a sostenere la redditività. Anche se è prematuro parlare di disinvestimenti di Pirelli da questo mercato, vediamo di buon occhio tale scenario.
Manteniamo invariate le nostre previsioni sull'utile per azione del gruppo a 0,13 euro per il 2000 e a 0,153 euro per il 2001. Dopo la forte salita del titolo nel 2000, gli investitori trattengono il fiato attendendo precisazioni sui progetti di acquisizioni di Pirelli. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

PIRELLI (in euro)

La crescita della redditività nei cavi ha sostenuto la salita del titolo. Potete acquistare.

condividi questo articolo