Analisi
Oxford Glycosciences 16 anni fa - martedì 20 marzo 2001

OXFORD GLYCOSCIENCES

· Biotecnologie
· Londra (OGS.L)
· 975 pence

Nel 2000 il numero uno britannico della proteomica (lo studio delle proteine e delle loro interazioni) ha registrato un aumento del 39% delle perdite per azione, pari a 38,6 pence, per un fatturato complessivamente stabile (+3%). Questa leggera delusione si spiega con l'aumento delle spese di Ricerca & Sviluppo e con l'effetto ancora marginale dei due accordi di collaborazione firmati con GlaxoSmithkline e Pfizer.
Salgono così a tre gli accordi di collaborazione firmati nel 2000 (il terzo con Bayer) e la dirigenza prevede di firmarne altri due quest'anno. Quindi l'aumento del fatturato 2001 dovrebbe essere significativo, ma gli utili non dovrebbero arrivare prima del 2003.
Quanto ai programmi di sviluppo dei prodotti propri tutte le risorse sono puntate su Vevesca, proteina destinata a combattere la malattia di Gaucher. I primi risultati sono stati positivi e quindi la proteina dovrebbe essere sottoposta all'approvazione delle autorità americane ed europee per la metà di quest'anno, con una possibile commercializzazione per l'inizio del 2002.
OGS gioisce di una sana situazione finanziaria. Ha recentemente aumentato il capitale e utilizzerà la recente quotazione sul Nasdaq come trampolino di lancio per acquisizioni negli Stati Uniti.
Un rafforzamento della piattaforma tecnologica sarebbe interessante per consolidare la sua posizione di leader, mentre le proteine vengono sempre più considerate come la vera chiave di lettura di molte malattie.

OGS possiede solidi vantaggi per imporsi in un settore - ancora emergente - dal forte potenziale. Le domande di brevetto si moltiplicano e dovrebbe toccare le 4000 proteine entro la fine del 2001, contro le attuali 1500. L'assenza di utili rende però l'azione rischiosa. ACQUISTATE … per il lungo periodo.

ANDAMENTO DI OGS IN PENCE

condividi questo articolo