Analisi
Pirelli 16 anni fa - lunedì 30 aprile 2001

PIRELLI

Per migliorare la redditività Pirelli (3,71 euro – 7.184 lire) continuerà a investire più nella ricerca che nei volumi di produzione. Nei cavi (65% dei risultati industriali) il gruppo punta sui cavi a fibre ottiche – un mercato che secondo noi resta importante malgrado ne siano state ridotte le stime negli ultimi mesi – e potrebbe acquistare l’attività fibre ottiche della statunitense Lucent. E proprio posizionandosi su delle nicchie di mercato Pirelli è meno sensibile dei concorrenti al rallentamento americano. Nei sistemi ottici sottomarini – un segmento in crescita, ma dove Pirelli è molto distanziato dai giganti del settore – il gruppo si svilupperà tramite alleanze.
Nei pneumatici (35%) la sua redditività dovrebbe migliorare nettamente nei prossimi anni, grazie a un portafoglio di prodotti incentrato sui redditizi pneumatici di alta gamma e alla costante riduzione dei costi di produzione (il nuovo sistema Mirs ne permette una drastica riduzione).
Visto che Pirelli impiega più tempo del previsto per realizzare le acquisizioni e che l'ingente liquidità di cui dispone continua a dare buoni guadagni, abbiamo rialzato le nostre previsioni sull'utile per azione da 0,13 a 0,165 euro per il 2001 e da 0,16 a 0,19 euro per il 2002. Al prezzo attuale il titolo è correttamente valutato, ma non tiene conto dell'ulteriore miglioramento che la redditività avrà grazie alle acquisizioni nei cavi. Acquistare.

PIRELLI (in euro)

Le prossime acquisizioni permetteranno all'azione di riprendere la salita. Potete acquistare.

condividi questo articolo