Analisi
Adva 16 anni fa - martedì 15 maggio 2001

ADVA OPTICAL NETW.

· Componenti per telecomunicazioni
· Francoforte (Euro.NM - ADAG.F)
· 9,05 euro

La tedesca AON, specialista dei componenti per i miglioramenti delle trasmissioni su fibre ottiche, ha finalmente ricevuto i risultati dal nuovo revisore di bilancio. Il nuovo «audit» ha svelato che il fatturato 1999, pari a 23,5 milioni di euro, era in realtà stato «gonfiato» di 3 milioni, e che invece di un utile di 2 milioni la società aveva chiuso il bilancio con una perdita di 4,5 milioni di euro. Quanto all'esercizio 2000 il fatturato è stato di soli 60,7 milioni di euro, contro i 68,1 milioni di euro annunciati. Ma la cosa più sorprendente è stata la perdita netta di 95,6 milioni di euro, perdita imputabile essenzialmente ai costi legati a due acquisizioni e al piano di stock option. E considerando che le due società acquistate hanno contribuito per appena il 9% del fatturato dello scorso anno (pari a 5,4 milioni di euro) e che il prezzo di acquisto è stato di 220 milioni di euro (pagati in azioni AON) ci viene spontaneo domandarsi se la società non sia stata un po' troppo generosa e temeraria al momento dell'acquisto di queste due aziende. Secondo noi queste acquisizioni hanno portato con sé numerose promesse che saranno difficili da mantenere. Inoltre AON non dispone della liquidità sufficiente (solamente 2,4 milioni di euro) per superare l'attuale debolezza del settore del networking e dell’ottica e sarà quindi obbligata a ricercare nuovi mezzi di sostentamento, o aumentando il capitale o aprendo linee di credito presso la sua banca.

Dopo la revisione degli ultimi due bilanci la dirigenza ha perduto, ai nostri occhi, buona parte della sua credibilità. NON ACQUISTATE.

condividi questo articolo