Analisi
Baltimore Technologies 16 anni fa - martedì 29 maggio 2001

BALTIMORE TECHNOL.

· Sicurezza delle reti
· Londra
· 70,75 pence

Il gruppo irlandese, specializzato nella realizzazione di software per la sicurezza su Internet, ha pubblicato i suoi risultati del primo trimestre 2001. In linea con i precedenti comunicati il fatturato é salito a 23,7 milioni di sterline, cioè il 17% in meno rispetto al trimestre precedente. Questa cifra riflette il rallentamento economico in generale e nel campo dell'IT in particolare. In attesa di una ripresa economica e degli investimenti in IT, Baltimore ha annunciato misure basate su due punti. Da una parte mira ad aumentare il fatturato offrendo anche un servizio di webhosting alle PMI che non hanno le strutture per organizzare un sistema di criptaggio all'interno dei propri sistemi informatici. Questo servizio, offerto sottoforma di abbonamento mensile, ridurrà i guadagni derivanti dai pagamenti in anticipo sulla tecnologia a vantaggio di un flusso più costante di redditi. Però non c'è ancora la sicurezza che attualmente le PMI sono interessate a questo nuovo modo di lavorare né che questo modo (affitto di software su Internet) possa decollare.
Come secondo punto la società ha deciso di razionalizzare la sua struttura di costo al fine di realizzare, un giorno, degli utili. Ma, considerando la perdita operativa lorda del primo trimestre (17,2 milioni di sterline contro gli 8,7 di tre mesi prima) il concretizzarsi di questo obiettivo ci pare ancora lontano. E anche se il licenziamento di 250 dipendenti (su 1.400) ridurrà, quest'anno, le spese di 15 milioni di sterline, questa misura non ci sembra ancora sufficiente per realizzare utili prima del 2003.

La visibilità limitata nel breve periodo e l'incertezza sul cambiamento di business model ci spingono a stare alla larga. NON ACQUISTATE.

condividi questo articolo