Analisi
Innogenetics 16 anni fa - martedì 29 maggio 2001

INNOGENETICS

· Biotecnologie
· Nasdaq Europe
· 22 euro

Innogenetics, specialista belga dei diagnostici, ha pubblicato i risultati del primo trimestre. Verdetto: il fatturato è salito del 37%, a 14,6 milioni euro, contro i 10,6 del primo trimestre 2000. Il risultato operativo si è chiuso con una perdita per azione di 0,07 euro contro gli 0,21 del primo trimestre 2000, pari ad una diminuzione del 67%. Questo miglioramento è dovuto soprattutto agli onorari versati dalla Bayer per la distribuzione esclusiva dei due prodotti faro di Innogenetics (ER n°81). Se l’accordo con Bayer ha permesso, nel suo complesso, una crescita dei ricavi ha anche avuto un impatto negativo sulla vendita dei prodotti, in questo trimestre. Vendite che sono salite solo del 6%, a 10,6 milioni di euro, contro i 10,1 del primo trimestre 2000, a causa della cessione a Bayer di una percentuale sul prezzo delle vendite avvenute sulla sua rete distributiva. Se questa perdita di guadagni verrà compensata, come previsto, dalle licenze versate da Bayer nel breve periodo, gli sbocchi offerti dalla rete distributiva di Bayer, specialmente sul mercato americano e la riduzione dei costi sulle vendite e sulle spese di marketing e commercializzazione dovrebbero sostenere la crescita futura di Innogenetics.
La società belga ha inoltre annunciato un accordo strategico di licenza e sviluppo congiunto di una nuova gamma di test microbiologici rapidi con il gruppo Roche. I prodotti nati da questa collaborazione dovrebbero rivoluzionare il trattamento delle infezioni a livello ospedaliero e permettere al personale sanitario di realizzare in poche ore ciò che prima era possibile svolgere in molti giorni. Oltre ad essere fonte di ricavi questo accordo conferisce anche un certo credito alla tecnologia e alle conoscenze di Innogenetics, anche se i primi prodotti di questo accordo non arriveranno prima del 2003…

Benché Innogenetics abbia aperto le porte della crescita sul segmento dei diagnostici noi rimaniamo dubbiosi sulla capacità di raggiungere la redditività basandosi solo su quest'attività. La ricerca di partner in grado di finanziare e distribuire il vaccino contro l'epatite C rimane all'ordine del giorno. MANTENERE.

condividi questo articolo