Analisi
Luxottica 16 anni fa - lunedì 14 maggio 2001

LUXOTTICA

Luxottica (15,20 dollari - 33.592 lire; LUX.N) ha da poco annunciato i risultati conseguiti nel primo trimestre del 2001. Il fatturato è cresciuto del 9,7%; mentre l’utile netto ha messo a segno un aumento del 19% passando dagli 0,14 dollari per azione del primo trimestre del 2000 agli 0,166 dollari attuali. I buoni risultati raggiunti testimoniano il pieno successo delle operazioni recentemente intraprese volte al miglioramento dell’efficienza e quindi della redditività del gruppo. Il 2000 ha infatti potuto beneficiare appieno delle sinergie derivanti dall’integrazione di Ray-Ban – tramite la quale Luxottica controlla ora il mercato degli occhiali da sole di fascia medio-alta. Inoltre, la società ha appena concluso l’acquisto della catena di negozi nordamericana Sunglass Hut International – che vende anch’essa occhiali da sole – con cui potrà conquistare una fascia di mercato più bassa. Obiettivo di Luxottica è di diventare leader nella commercializzazione di occhiali sia da vista sia da sole. Bisogna però considerare che Luxottica – con oltre il 70% del fatturato concentrato in Nord America – è molto esposta ai problemi che l’economia Usa sta attraversando.
Alla luce di queste considerazioni, la società concluderà il 2001 con un utile per azione di 0,6 dollari e di 0,66 per il 2002: il titolo è caro. Non acquistatelo, ma se l'avete mantenetelo in quanto la società proseguirà comunque nella crescita.

LUXOTTICA (in USD)

L’aumento della redditività del gruppo si scontra con la crisi Usa. Titolo caro, mantenere.

condividi questo articolo