Analisi
Michelin 17 anni fa - martedì 5 giugno 2001

MICHELIN

Il "divorzio" fra il produttore di pneumatici Firestone e l'americana Ford – che deve sostituire sulle proprie auto 13 milioni di pneumatici Firestone difettosi – dovrebbe avvantaggiare la francese Michelin (41,36 euro – 80.084 lire; MICP.PA) chiamata, insieme all'americana Gooyear e alla tedesca Continental, a fornire parte di questi pneumatici. Un'opportunità che arriva proprio al momento giusto per la francese che subisce sul mercato americano (39% dell'attività) il calo delle vendite ai produttori di auto e le pressioni sui prezzi. Ma ciò secondo noi non avrà un forte impatto sui risultati 2001, visto che i pneumatici venduti direttamente ai gruppi automobilistici offrono bassi margini di guadagno (1% circa). Le cose cambieranno quando questi pneumatici dovranno essere sostituiti (secondo certe stime negli Usa il prezzo dei pneumatici di ricambio supera del 50% quello dei pneumatici montati su auto nuove), tanto più che in genere i proprietari di auto restano fedeli al marchio dei pneumatici d'origine.
La probabile crescita delle vendite negli Usa dovrebbe avere un impatto tangibile sui futuri risultati del gruppo, che oggi è in difficoltà sui principali mercati. Potete mantenere quest'azione correttamente valutata.

condividi questo articolo