Analisi
... e il nostro portafoglio 16 anni fa - lunedì 17 settembre 2001

…E IL NOSTRO PORTAFOGLIO

L'impatto dell'attacco alle Torri Gemelle sulle azioni del nostro portafoglio non dovrebbe essere particolarmente grave, anche se è da mettere in conto un rallentamento dell'economia in generale. Rolo Banca (13,9 euro; conveniente), banca con un'importanza locale e senza legami con l'America, non dovrebbe risentirne. Lo stesso possiamo dire del gruppo Cir (0,84 euro; corretta), attivo nel settore media, che ha forse già scontato la crisi economica, e anche di Marzotto (7,20; corretta) su cui abbiamo già rivisto le nostre aspettative sufficientemente al ribasso per tenere conto anche di questa novità. Italgas (10,69; cara), in quanto intermediatore di gas, potrà scaricare gli eventuali rialzi dei prezzi della materia prima sui clienti; non abbiamo perciò modificato le nostre stime. Pirelli (1,6; corretta) non dovrebbe essere particolarmente colpita da questa crisi. Per cui prevediamo che la sorte del titolo continui a legarsi soprattutto alla vicenda Olivetti . STMicroelectronics (24,78; corretta), invece non sfuggirà alle incertezze congiunturali derivanti dalla tragedia di New York che potrebbero ridurre l'inclinazione a investire nelle nuove tecnologie e ritardare la ripresa del settore. Tra le azioni estere in portafoglio Unilever (62,65; corretta) è tra le più legate al mercato americano, ma visto il settore difensivo non dovrebbe subire particolari contraccolpi, come d'altronde è improbabile che ne subisca l'operatore britannico di telecomunicazioni British Telecom (358 pence; corretta). L'impatto di questi avvenimenti sul settore petrolifero resta ancora incerto e la spagnola Repsol (17,18) è corretta. Discorso diverso per Ing (25,75; conveniente) che trae un terzo dei profitti assicurativi dagli Usa. L'impatto finanziario dipende dai risarcimenti che dovrà pagare. Per tutte il consiglio è mantenere.

 

 

condividi questo articolo