Analisi
Benetton 16 anni fa - lunedì 24 settembre 2001

BENETTON

Benetton, (9,78 euro – 18.937 lire), uno dei principali marchi al mondo di abbigliamento casual, ma attivo pure negli articoli sportivi, ha pubblicato risultati relativi al primo semestre 2001 un po' deludenti. Il fatturato continua a crescere (+6,4% rispetto allo stesso periodo del 2000, e in linea con il trend degli esercizi passati), mentre gli utili netti sono scesi di circa il 18%. Tallone d'Achille della società, ancora una volta, è il settore articoli sportivi, il cui fatturato nei primi sei mesi dell'anno si è contratto di circa 15 milioni di euro (xxx euro per azione). Continua, invece, il successo del settore casual, il cui giro d'affari è cresciuto del 9%. Nei prossimi mesi la società continuerà ad aprire nuovi megastores – Parigi, Londra, New York, Madrid, Barcellona e Lisbona – in concomitanza con la presentazione della collezione invernale. Lo scopo è far crescere la dimensione media delle aree di vendita, anche attraverso la chiusura di negozi più piccoli, oramai non più in grado di soddisfare le esigenze del mercato. Infine Benetton ha presentato un nuovo marchio The Hip Site che punterà diretto ai teen-agers e sarà presente in oltre 100 punti vendita, sia ad esso dedicati, sia ricavati all'interno di negozi Benetton già esistenti.

Riduciamo le nostre previsioni di utile per il 2001 e il 2002 a 0,87 e 0,93 euro per azione, rispettivamente. Il titolo è correttamente valutato, ma l'apparente incapacità da parte del gruppo a uscire al più presto dalle difficoltà del settore articoli sportivi, ci spinge ad essere prudenti e a consigliarvi di mantenere, senza acquistare.

BENETTON / BORSA

L’andamento deludente di Benetton (nero; base 100) è tutto sommato in linea con la Borsa. Mantenere.

condividi questo articolo