Analisi
Caso Lernout & Hauspie: il punto della situazione 16 anni fa - lunedì 15 ottobre 2001

CASO LERNOUT & HAUSPIE : IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

I creditori di Lernout & Hauspie hanno approvato il nuovo piano di rilancio della società. Si tratta, però, di un piano che offre poche prospettive agli azionisti danneggiati. Insieme all'associazione dei consumatori belgi Test Achats continuiamo la nostra battaglia fiduciosi in un indennizzo.

· Senza scendere nei dettagli del piano di rilancio possiamo dire che non è favorevole agli azionisti che sono rimasti danneggiati. Se il piano proposto lo scorso maggio dalla società accordava loro un indennizzo pari all'1,5% delle liquidità disponibili, questa percentuale è ora scesa allo 0,5%. Inoltre, in caso di vendita della controllata Dictaphone saranno le banche, come creditori principali, a dividersi la maggior parte della torta.

· Nonostante questo siamo convinti che esistono delle possibilità di indennizzo, ed è per questo che, insieme all'associazione dei consumatori belgi Test Achats e alla società Deminor stiamo portando avanti una causa di fronte alla US Bankruptcy Court per un ammontare previsionale di 125 milioni di dollari. Intendiamo, infatti, fare di tutto per ottenere un indennizzo da qualsiasi parte giudicata responsabile della situazione in cui versa Lernout & Hauspie – compresi quindi il vecchio management, i membri del consiglio di amministrazione, i consiglieri giuridici e finanziari, gli azionisti di riferimento, i revisori dei conti e così via.

· Vi terremo al corrente dell'evolversi della situazione tramite le nostre pubblicazioni, ma qualora voleste un aggiornamento giorno per giorno vi consigliamo di visitare il sito internet www.deminor.com.

 

condividi questo articolo