Analisi
Eidos 16 anni fa - martedì 9 ottobre 2001

EIDOS

· Edizione di video giochi
· Londra
· 188,50 pence

Eidos, editore inglese di video giochi, a reso pubblici risultati contrastanti per il primo trimestre 2002 (l'esercizio si chiude il 31 marzo). Infatti nonostante la diminuzione del 25% del fatturato a causa del ritardo nel lancio del gioco Commandos 2, il gruppo ha ridotto la perdita operativa del 35 %, pari a 15,1 milioni di sterline. Il programma di riduzione dei costi, lanciato dopo che l'esercizio 2001 si è chiuso in deficit, continua dunque a portare i suoi frutti, con una riduzione del 28% delle spese operative e un margine lordo del 58% contro il 46% del 1er trimestre 2001.Nel complesso la dirigenza prevede un ritorno agli utili in questo esercizio 2002 e potrebbe raggiungerlo con facilità, grazie, soprattutto, alle royalties versate dalla Paramount per la licenza di Tomb Raider. Infine, l'aumento di capitale del luglio scorso (E-R 86) ha permesso a Eidos di raccogliere 51,6 milioni di sterline, mettendola così al riparo da eventuali crisi di liquidità. Se il lancio delle consolle di nuova generazione, tra cui Xbox di Microsoft, nel prossimo novembre avrebbe dovuto rivitalizzare le vendite del gruppo, i tragici eventi dello scorso 11 settembre hanno cambiato, considerevolmente, il panorama, facendo cadere la fiducia dei consumatori, soprattutto negli Stati Uniti dove Eidos realizza il 40% del suo fatturato. Oggi è ancora difficile prevede l'impatto che gli attentati avranno sul fatturato di Eidos, ma possiamo facilmente prevedere che il consumatore americano sarà meno incline a spendere, nei mesi a venire, parte dei suoi risparmi in video giochi. Inoltre, Microsoft ha annunciato che la sua nuova consolle, Xbox, sarà venduta in quantità minori del previsto ed ha anche ritardato il lancio di una settimana.

Malgrado la valorizzazione sia tornata interessante è ancora troppo presto per acquistare nuovamente, tenuto conto anche della debole visibilità del titolo. MANTENERE.

EIDOS (grassetto, base 100), UBISOFT ET INFOGRAMES (linea inferiore)


condividi questo articolo