Analisi
Finmatica 16 anni fa - lunedì 8 ottobre 2001

FINMATICA

Finmatica (12,10 euro – 23.429 lire) opera nella realizzazione di soluzioni e prodotti innovativi per la Net Economy ed è il principale produttore italiano di software applicativi nel settore e-business, finance e security. Nel mondo è presente in Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, Belgio, Brasile e Venezuela. I risultati relativi ai primi sei mesi di attività del gruppo, nonostante la congiuntura economica sfavorevole, mostrano, rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio, una forte crescita delle vendite (+37%) in tutti i business. In particolare: +54% nel software per banche e assicurazioni (core business), +21% nel B2B e +25% nei servizi di Internet security. Crescita anche per l’utile netto (+27%). A livello strategico, Finmatica ha continuato con la sua politica di accordi e acquisizioni, fra cui: la fornitura della piattaforma di e-business - per lo sviluppo di un portale di commercio elettronico - a Izar (Spagna - costruzioni navali), ad Avex (l’associazione venezuelana delle aziende esportatrici) e a Rinascente (grande distribuzione); l'acquisizione del Gruppo Answer Axis (software per le assicurazioni); la partnership con MatrixOne (per l'integrazione delle diverse soluzioni di e-business rivolte alle imprese).

Visto l’attuale momento di mercato e poiché reputiamo difficile che il gruppo riesca a mantenere a lungo questi tassi di crescita , per il 2001 e 2002 abbiamo ritoccato al ribasso le nostre stime sugli utili, portandole, rispettivamente, a 0,19 e 0,23 euro per azione. Il titolo inoltre, ancora molto caro, potrebbe essere ulteriormente penalizzato dal momento non favorevole del mercato, che si riflette negativamente soprattutto sulle società del settore high tech. Non acquistare.

FINMATICA / NUOVO MERCATO

Finmatica (nero; base 100) rimane sotto l’indice Numtel ed è caro; non acquistare.

 

condividi questo articolo