Analisi
Novartis 16 anni fa - lunedì 22 ottobre 2001

NOVARTIS

Nei primi 9 mesi del 2001 il fatturato della svizzera Novartis (64,35 franchi svizzeri – 84.484 lire; NOVZ.S) è aumentato del 13%. La divisione farmaceutica (63% delle vendite) è cresciuta del 15%, grazie al mercato Usa (+25%) e al successo del Diovan (contro l'ipertensione; +58%). Il ritardo nell'approvazione dello Zelmac (sindrome del colon irritabile) e dello Xolair (asma), farmaci le cui vendite dovrebbero superare 1 miliardo di dollari, è stato compensato dal lancio dello Starlix (diabete), del Glivec (leucemia) e dello Zometa (metastasi ossee). Il gruppo promette bene anche per i prossimi anni in cui verranno lanciate altre quattro molecole. Novartis ha formato un'équipe specializzata nella scoperta di farmaci ai primi stadi di sviluppo presso le società di biotecnologie, una strategia interessante per i costi poco elevati.

Manteniamo inalterate le stime sull'utile per azione a 2,80 CHF per il 2001 e a 3,09 CHF per il 2002. Potete acquistare quest'azione, correttamente valutata, che dovrebbe comportarsi bene anche nel difficile contesto attuale.

NOVARTIS / BORSA SVIZZERA

Il titolo (nero; base 100) dovrebbe continuare a comportarsi meglio della Borsa svizzera. Potete acquistare.

 

condividi questo articolo