Analisi
Aixtron 15 anni fa - martedì 20 novembre 2001

AIXTRON

· Semiconduttori
· Francoforte NM (AIXG.F)
· 29,40 euro

Con un utile per azione in crescita del 300% a 0,16 euro, il fabbricante tedesco di sistemi MOCVD ha superato tutte le attese del terzo trimestre. Il fatturato e i margini hanno raggiunto nuovi massimi, provando che Aixtron, nonostante il difficile clima economico, non aveva bisogno di ridurre i suoi prezzi. La dirigenza ha nuovamente rivisto al rialzo le previsioni per l'esercizio in corso e prevede un utile per azione di 0,51 euro. Ma per quanto tempo è destinato a durare tutto ciò? Molteplici elementi lasciano presagire che la crescita 2002 sarà pressoché nulla e una crescita media del fatturato annuo del 57%, com'è avvenuto negli ultimi cinque anni, ci sembra difficilmente realizzabile. Gli ordini sono sempre meno numerosi, toccando nel terzo trimestre i 31 milioni di euro, cioè il 38% in meno del trimestre precedente. Secondo l'azienda, questo è imputabile all' "11 settembre" poiché, in generale, la maggior parte degli ordini viene ricevuta a settembre, mentre quest'anno siamo lontani dai valori passati a causa dell'instabilità creatasi dopo gli attentati dell'11 settembre. Ma anche se quell'evento ha avuto certamente il suo peso, non può certo trattarsi dell'unico fattore che possa giustificare la diminuzione degli ordini. Un rallentamento si è notato anche su mercati finali dei semiconduttori composti. La diminuzione della domanda di componenti ottici (vedi Bookham) non è cosa recente, e altri mercati finali come l'elettronica di largo consumo (CD, DVD) cominciano a risentire l'effetto del deteriorarsi della fiducia dei consumatori.

La deteriorazione delle prospettive per il 2002 ci spinge alla prudenza. NON ACQUISTATE.

ANDAMENTO DI AIXTRON IN EURO

condividi questo articolo