Analisi
Alcatel A 15 anni fa - lunedì 5 novembre 2001

ALCATEL A

La francese Alcatel (17,34 euro – 33.575 lire; CGEP.PA), il quinto fornitore al mondo di attrezzature per telecomunicazioni, ha annunciato delle perdite per il terzo trimestre in seguito al calo della redditività maggiore del previsto nelle divisioni reti e ottica. Per quest'ultima, il management prevede per il 2002 un ulteriore peggioramento nel ramo sottomarino. Dopo queste dichiarazioni e l'annuncio della riduzione degli investimenti previsti per il 2002 da parte di operatori come Deutsche Telekom o Telefonica, le prospettive del gruppo sono incerte. Per reagire, il management intende tagliare altri 10.000 posti di lavoro, portando il totale a 33.000 (25% del personale, contro il 45% del numero uno del settore Nortel). Alcatel si difende comunque meglio della maggior parte dei concorrenti, grazie alla modesta esposizione negli Usa e alla leadership nella tecnologia ADSL, meno colpita dalla crisi perché meno cara. Secondo il management, il gruppo dovrebbe strappare quote di mercato nel settore ottico soprattutto a Marconi, che si trova in difficoltà finanziarie.

Alcatel dovrebbe difendersi meglio dei concorrenti, ma vista l'incertezza congiunturale riduciamo le nostre stime portandole a una perdita per azione di 1,76 euro per il 2001 e 0,65 euro per il 2002. Mantenere, ma non acquistare quest'azione correttamente valutata.

 

condividi questo articolo