Analisi
Gemplus 16 anni fa - lunedì 12 novembre 2001

GEMPLUS

Nel terzo trimestre Gemplus (3,25 euro – 6.293 lire; GEPL.PA), il primo produttore mondiale di smart card, ha subìto delle perdite maggiori di quelle annunciate nel profit warning di settembre e la sua redditività ha risentito del peggioramento del mercato delle carte Sim per i cellulari (64% del fatturato). Prevediamo quindi una perdita per azione di 0,12 euro (non più di 0,04 euro) per quest'anno e di 0,04 euro per il 2002 (contro le precedenti attese di utile). Alla luce di questi risultati il piano di ristrutturazione annunciato a maggio ci sembra insufficiente (capacità produttive utilizzate solo al 60% questo trimestre) e sembrano inevitabili nuove misure. Infine il rifiuto del management di fare previsioni per il 2002 non è rassicurante.

Anche se l'incertezza attuale rende molto rischioso il titolo a breve termine, vista la leadership del gruppo nel settore, potete mantenerne l'azione, che è correttamente valutata.

GEMPLUS (in euro)

Il titolo risente del rallentamento del settore della telefonia mobile e dei problemi di redditività. Mantenere.

 

condividi questo articolo