Analisi
Giugiaro 15 anni fa - lunedì 26 novembre 2001

GIUGIARO

Italdesign Giugiaro (3,92 euro – 7.590 lire) ha reso noti i dati dei primi nove mesi del 2001. I risultati – in linea con la prima parte dell’anno – evidenziano un calo nel fatturato dell’8,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio. I motivi sono da ricercare nell’annullamento di importanti commesse da parte di alcuni clienti che incidono in maniera significativa sul fatturato. Come conseguenza dei ridotti volumi di attività, si sono verificate consistenti riduzioni anche nel risultato operativo (-32,8%) che, pertanto, si porta al di sotto dei livelli programmati e raggiunge un valore di 0,36 euro per azione. Il risultato netto, infine, è anch’esso in forte calo rispetto ai primi nove mesi del 2000 (-34%), anche se bisogna tener in considerazione che, nello scorso esercizio, erano maturati proventi straordinari molto consistenti.

I dati del terzo trimestre evidenziano che le difficoltà di Italdesign Giugiaro sono da riferire al forte calo del volume di attività. Per questo motivo il gruppo – anche al fine di svincolarsi dalla dipendenza di alcuni importanti clienti – si sta orientando verso lo sviluppo di nuove iniziative, sia in Italia, sia all’estero, in coerenza con gli obiettivi di crescita e di diversificazione. Ciò nonostante, i risultati dei primi nove mesi ci portano a ridurre leggermente le nostre stime: prevediamo, rispettivamente per il 2001 e per il 2002, un utile netto per azione di 0,23 e di 0,24 euro, contro gli 0,46 euro dell’anno precedente. All’attuale livello di prezzo il titolo risulta correttamente valutato, ma visto l’andamento degli ultimi mesi per il momento consigliamo di non acquistare.

GIUGIARO / BORSA

Italdesign Giugiaro (nero; base 100) continua a rimanere sotto il MIB 30; non acquistare.

condividi questo articolo