Analisi
IBt 15 anni fa - martedì 20 novembre 2001

IBt

· Biotecnologie
· Bruxelles NM (IBTH.BR)
· 9,75 euro

IBt, produttore belga di impianti per il trattamento del cancro alla prostata tramite la brachiterapia, ha annunciato per i primi nove mesi dell'anno una riduzione del 46% della perdita netta e un aumento del 202 % del suo fatturato rispetto allo stesso periodo del 2000. In realtà queste cifre non sono così buone come sembrano. Infatti, le vendite di impianti durante il 3e trimestre non sono cresciute rispetto a quelle del secondo, questo a causa dell'impatto logistico degli avvenimenti dello scorso 11 settembre negli Stati Uniti. Gli impianti commercializzati da IBt sono impianti radioattivi e possono essere immagazzinati solo per poco tempo, abitualmente clienti passano gli ordini una settimana prima dell'utilizzo effettivo del prodotto. La paralisi dei mezzi di trasporto ha dunque pesato sulle vendite della società. Infatti, circa il 30% del fatturato di questo trimestre proviene da prestiti recuperabili e da programmi di sovvenzione dell'Unione europea e della regione Vallonia. La dirigenza rimane fiduciosa e prevede di raggiungere l'equilibrio operativo durante il 4e trimestre di quest'anno, soprattutto grazie alle vendite di InterStrandTM, il suo impianto radioterapeutico di seconda generazione, per il quale ha già ottenuto il permesso alla commercializzazione in Europa. Da parte nostra, anche se i maggiori margini garantiti da InterStrand dovrebbero contribuire al miglioramento dei margini della società, non ci sentiamo di condividere l'ottimismo del management e non prevediamo equilibri operativi prima del 2trimestre 2002.

Infine, e si tratta senza dubbio di una della migliori notizie di questo trimestre, IBt ha concluso un preaccordo di distribuzione con WWMT (Worldwide Medical Technologies), società americana presente da molti anni nel campo della brachiterapia alla prostata. Questo accordo permetterà a IBt di rafforzare la sua rete distributiva negli Stati Uniti, dove realizza già l'80% del suo fatturato, punto che ci aveva spinto a sollevare alcuni dubbi nel passato (E-R 89). Comunque ci sembra ancora prematuro per valutare gli impatti di questo futuro accordo sui risultati del gruppo.

IBt prosegue in maniera soddisfacente il suo sviluppo, ma il fatturato rimane debole. Nell'attesa di un reale segno di decollo delle vendite, NON ACQUISTATE.

 

condividi questo articolo