Analisi
Marzotto 15 anni fa - lunedì 19 novembre 2001

MARZOTTO

Marzotto (8,65 euro – 16.749 lire), attiva nel settore tessile e abbigliamento con Linificio e Canapificio Nazionale e con i marchi Marzotto, Marlboro Classic e Hugo Boss, ha annunciato per il terzo semestre 2001 un fatturato in crescita del 12% rispetto allo stesso periodo del 2000. I primi nove mesi dell'anno si sono chiusi con un utile netto di 0,79 euro per azione – che sale a 0,87 euro per azione se si considerano anche gli 0,8 euro di proventi straordinari legati alla vendita dello stabilimento di Arezzo lo scorso 26 settembre. Questi risultati si spiegano soprattutto con l'andamento della controllata tedesca Hugo Boss – che attualmente crea l'86% degli utili della società – e solo per una piccola parte con l'attività abbigliamento della Marzotto e con il settore laniero. Sempre ridotto a poco o nulla, infine, il contributo della divisione lino che conferma il momento poco brillante. Vista la difficile congiuntura internazionale la società si aspetta un quarto trimestre in linea con quello dell'anno scorso e, quindi, di chiudere il 2001 con una crescita del fatturato intorno al 10%.
Per il 2001 ci aspettiamo un utile per azione di 0,84 euro (0,92 euro se si considera anche la parte straordinaria) che dovrebbero salire a 0,86 euro per azione nel corso del 2002. Potete mantenere questa azione correttamente valutata. Non acquistate, invece, le azioni di risparmio – né quelle convertibili, che seguono l'andamento delle azioni ordinarie, né quelle non convertibili, che sono addirittura sopravvalutate.

MARZOTTO / MARZOTTO RNC

Mantenete le azioni ordinarie Marzotto (nero, base 100), e non acquistate le risparmio non convertibili (sottile).

condividi questo articolo