Analisi
Genset 15 anni fa - martedì 4 dicembre 2001

GENSET

· Biotecnologie

· NM Parigi (GENX.LN)

· 8,43 euro

Il 3e trimestre di Genset, n°1 francese della genetica, sembra, simile ai precedenti, con una nuova discesa del fatturato, che si è fermato a 5 milioni di euro, pari al 20% in meno del terzo trimestre 2000. La causa principale è la costante diminuzione dei redditi derivanti dall'attività di R&S, precedentemente esercitata per conto delle società farmaceutiche. Durante questo trimestre, i redditi da R&S hanno rappresentato appena il 2% del fatturato. Sembra dunque che, nel medio-lungo periodo, Genset dovrà contare solo sui redditi della divisione "Oligonucleotidi", risultati che sono cresciuti del 45% rispetto al terzo trimestre 2000. A livello operativo il gruppo non ha risparmiato gli sforzi per ridurre i costi e ha così ridotto del 5%, rispetto al terzo trimestre 2000, la perdita operativa, anche nonostante la diminuzione del fatturato. Genset non prevede utili per i prossimi trimestri e se ce ne saranno, proverranno sicuramente dalla Famoxin, la sua molecola contro l'obesità. Purtroppo le difficoltà riscontrate nella produzione dell'equivalente umano della proteina del topo hanno costretto Genset a spostare 6 mesi in avanti i test di Fase I, che quindi non partiranno rima del primo semestre 2002. Qualunque cosa accada, nel migliore dei casi, la commercializzazione della Famoxin non partirà prima del 2006. Come dire che gli utili sono ancora lontani ! Da un altro lato sembra che il gruppo abbia parzialmente risolto i suoi problemi di tesoreria, grazie all'accordo della COB sulla «linea azionaria» sottoscritta con la Société Générale (cf. E-R n°93) e che metterà a disposizione di Genset una cifra compresa tra i 20 ed i 30 milioni di euro nei prossimi due anni. Anche se questa mossa non mette il gruppo totalmente al riparo da eventuali crisi di liquidità, questo finanziamento permette a Genset ulteriori 6 mesi di sopravvivenza, garantendo una certa tranquillità finanziaria sino al primo trimestre 2003. Il gruppo potrà terminare solo lo sviluppo della Famoxin, le cui prove cliniche della Fase I sono previste alla fine del 2002. Ma, prima di questa data, dovrà assolutamente trovare un partner per garantirne lo sviluppo sino allo stadio commerciale, nel 2006.

Genset sembra essersi messa al riparo, per un certo periodo, dalle difficoltà finanziarie e la Famoxin potrebbe suscitare, l'anno prossimo, l'interesse di un partner. MANTENERE.

ANDAMENTO DI GENSET IN EURO

 

 

condividi questo articolo