Analisi
Bookham Technology 15 anni fa - martedì 15 gennaio 2002

BOOKHAM TECHNOLOGY

· Optoelettronica
· Londra (BHM.L)
· 170,50 pence

Il fabbricante inglese di componenti ottici per l'industria delle telecomunicazioni ha annunciato l'acquisto di MOC (Marconi Optical Components), la divisione «fibre ottiche» di Marconi. Questa acquisizione, il cui prezzo è stato fissato in circa 20 milioni di sterline verrà finanziata tramite l'emissione di nuove azioni Bookham, nonostante la confortevole liquidità a disposizione dell'azienda. Marconi acquisirà, contestualmente, una partecipazione di circa il 10% di Bookham. Secondo la dirigenza, l'integrazione di MOC dovrebbe fare di Bookham un attore più competitivo. L'offerta di prodotto verrà allargata in modo da rispondere meglio alle richieste della clientela. La grande esperienza di MOC nelle tecnologie ottiche giocherà sicuramente un ruolo non trascurabile in questo settore. A questa acquisizione è legata anche una condizione in base alla quale Marconi dovrà acquistare da Bookham componenti per un controvalore minimo di almeno 30 milioni di sterline nei prossimi 18 mesi. Sempre che Marconi rimanga operativa sino a quel momento. Purtroppo la società inglese è attualmente vittima di un colossale indebitamente e perdite vertiginose che l'hanno portata sul bordo del baratro. Inoltre il principale cliente di MOC è proprio Marconi, che rappresenta circa la metà delle vendite. Un fallimento di Marconi potrebbe avere conseguenze nefaste per Bookham. Fortunatamente il gruppo dispone di una forte riserva di liquidità che sicuramente utilizzata. La società deve coprire non solo le sue perdite ma anche quelle di MOC.

Nonostante le numerosi sinergie annunciate dalla dirigenza l'acquisizione di MOC avrà un impatto negativo sui risultati, cioè perdite ancora maggiori di quelle attuali. I primi utili sembrano allontanarsi ancora di più. NON ACQUISTATE.

ANDAMENTO DI BOOKHAM IN PENCE

condividi questo articolo