Analisi
Italgas 15 anni fa - lunedì 7 gennaio 2002

ITALGAS

Italgas (10,59 euro – 20.505 lire) è la controllata dell’Eni attiva nella distribuzione del gas (97% del fatturato nel 2000) e dell’acqua (3%). Nel parlare di Italgas purtroppo non si può prescindere dalla tragedia avvenuta a Roma lo scorso dicembre, nella quale otto persone hanno perso la vita e un palazzo è andato distrutto. La società ci ha dichiarato che l’accaduto non avrà effetti sul bilancio 2001 e che è ancora presto per stimare effetti negativi sull’esercizio 2002. Peggiorano però gli oneri finanziari, i quali, secondo le nostre stime, nel 2001 sono quasi raddoppiati a causa delle acquisizioni compiute nel 2000. A pesare sui conti di Italgas c'è anche Blu, attiva nella telefonia mobile, di cui Italgas possiede il 7%. Fino al 30 settembre 2001, tra aumenti di capitale e ripianamenti delle perdite 2000, Blu è costata 0,l euro per azione, ma secondo le nostre stime la perdita totale 2001 costerà a Italgas circa 0,24 euro per azione. Non stupisce la poca volontà della società di impegnarvi ulteriori risorse. Meglio andrà il 2002 grazie alla maggiore efficienza delle controllate e alla cessione di Blu.
L’utile totale per azione Italgas passerà da 0,86 euro del 2000 a 0,84 euro del 2001, ma nel 2002 salirà a 0,9. Il titolo è caro e sembra non offrire spunti speculativi, ma vista la ripresa che stimiamo negli utili può essere mantenuto.

ITALGAS

Dopo alti e bassi Italgas (base 100) ha chiuso il 2001 quasi invariata. Titolo caro, ma da mantenere.

condividi questo articolo