Analisi
ABB 15 anni fa - lunedì 18 febbraio 2002

ABB

Peggiori delle attese i risultati 2001 della svizzera Abb (13,50 franchi svizzeri – 17.637 lire; ABBZ.S), attiva nell'elettronica e nella meccanica, con una perdita netta per azione di 1,02 franchi svizzeri che, detratti gli elementi straordinari (costi e accantonamenti per gli indennizzi per l'amianto), scende a 0,19 franchi svizzeri. Pochi sono i segnali incoraggianti, tra i quali la riduzione dell’indebitamento nel quarto trimestre 2001. Restiamo tuttavia scettici sull'obiettivo della direzione di una redditività del 10% nel 2005 (1% nel 2001). I diversi mercati di Abb hanno infatti prospettive poco brillanti per il 2002, la ristrutturazione procede lentamente e il management manca di credibilità dopo le brutte sorprese del 2001. Infine, anche se sono attese cessioni, l'indebitamento rimane preoccupante (è raddoppiato rispetto a fine 2000) e i possibili risarcimenti per i danni da amianto non sono ancora quantificabili.

Anche se stimiamo una crescita dei risultati (utile per azione di 0,66 franchi svizzeri nel 2002 e 0,98 nel 2003) il difficile ambiente e la fragilità finanziaria, uniti ai costi per l’amianto, ne fanno un’azione rischiosa e per di più cara. Vendere.

 

condividi questo articolo