Analisi
Agfa-Gevaert 16 anni fa - lunedì 25 marzo 2002

AGFA-GEVAERT

Nel 2001 la belga Agfa-Gevaert (16,66 euro; AGFAt.BR) ha subìto una perdita di 2 euro per azione, un dato già nelle attese e che riflette il rallentamento congiunturale. Ci sono tuttavia alcuni segnali incoraggianti: il piano di ristrutturazione Horizon avanza secondo i tempi stabiliti, la società si è data un'organizzazione più flessibile, ha ridotto il personale e il livello delle scorte. Inoltre, le vendite delle soluzioni digitali sono aumentate del 20% circa, dimostrandone la buona resistenza alla congiuntura negativa e il potenziale di crescita. Infine, se la divisione Consumer Imaging (film, scanner; 24% del fatturato) subisce la congiuntura, nelle divisioni Graphic Systems e Technical Imaging (sistemi di gestione dell'immagine e dell'informazione per ospedali) i margini sono in ripresa nel 4° trimestre. E, visto che i 4/5 dei costi legati al piano Horizon sono già stati contabilizzati nel 2001, quest'anno la società dovrebbe registrare un utile per azione di 0,5 euro.

Anche se le incertezze sull'ampiezza della ripresa e sulla divisione Consumer Imaging restano fattori di rischio, i dati 2001 dimostrano le capacità del gruppo di reagire in momenti di crisi. Al prezzo attuale l'azione è conveniente. Acquistare.

AGFA-GEVAERT (in euro)

Il peggio sembra essere passato per Agfa che beneficerà pienamente di una ripresa dell'economia. Acquistare.

 

condividi questo articolo