Analisi
Autogrill 16 anni fa - lunedì 11 marzo 2002

AUTOGRILL

Autogrill (12 euro) è attiva nel settore della ristorazione per i viaggiatori, con i propri punti vendita lungo le autostrade (46,6% del fatturato) e negli aeroporti (43,8%), oltre che nei centri commerciali, nelle stazioni ferroviarie e in alcune fiere (9,6%). La metà del fatturato viene realizzata negli Stati Uniti dalla controllata Hsm Host. La società ha diffuso i dati preliminari relativi all’esercizio 2001, che evidenziano un fatturato in crescita del 7,1% rispetto all’anno precedente. Questo risultato è stato ottenuto, nonostante il clima post-11 settembre, grazie al buon andamento delle attività europee (+6% circa), al buon andamento registrato dall’area Usa nei primi nove mesi dell’anno, che ha consentito di attutire l’effetto-attentati, e all’effetto cambi (+2,1%). Comunque, oltre che nel rinnovare delle concessioni esistenti e nell’aggiudicarsene di nuove (due nell’ultimo mese), Autogrill prosegue anche nella sua campagna acquisti: la settimana scorsa ha acquistato quote della catena Ristop, presente con 26 punti vendita nelle stazioni ferroviarie e lungo le autostrade, e della catena Pastarito, attiva nel settore ristoranti con servizio al tavolo.

Il gruppo Autogrill non ha sciolto le riserve sui possibili accantonamenti prudenziali annunciati nei mesi scorsi; quindi, in attesa dei dati definitivi, manteniamo le stime di un utile netto per azione di 0,16 euro per il 2001 e di 0,34 euro per il 2002. L'azione è molto cara: non acquistare.

AUTOGRILL / BORSA

Dalla privatizzazione a oggi Autogrill (nero; base 100) va meglio del Comit 30, ma è molto cara: non acquistare.

 

condividi questo articolo