Analisi
Eidos 15 anni fa - martedì 26 marzo 2002

EIDOS

· Edizione di videogiochi

· Londra (EID.L)

· 142 pence

La discesa agli inferi di Eidos, sembra proseguire. Il prezzo dell'editore inglese di videogiochi ha raggiunto, nel corso della seduta borsistica del 19 marzo scorso, i 120,5 pence, cioè il livello più basso dal 1er gennaio 1999, dopo aver annunciato il ritardo nel lancio di quattro nuovi giochi, ritardo che peserà sulla crescita del gruppo. Riassumendo, Eidos ha lanciato un nuovo avvertimento sui risultati 2001/2002 (esercizio chiuso il 31 marzo) e prevede un fatturato leggermente inferiore ai 120 milioni di sterline, cioè oltre il 10% in meno di quanto annunciato in dicembre. Questo ritardo arriva nel momento in cui numerose console di nuova generazione, soprattutto la Xbox di Microsoft, stanno invadendo il mercato e vengono commercializzate in Europa dalla metà di marzo, e dalle quali ci attendiamo molto. Se il ritardo nel lancio dei nuovi giochi, avrà sicuramente il suo peso sulla crescita, dobbiamo anche sottolineare che alcuni titoli faro, quali "Who wants to Be a Millionnaire ?" non hanno mantenuto le loro promesse in termini di vendite. In effetti, prima del lancio delle nuove console, le vendite dei giochi sono meno sostenute, in quanto i consumatori preferiscono attendere prima di acquistare i giochi. Se le vendite di quest'anno non dovrebbero superare i 120 milioni di sterline annunciati dalla dirigenza, siamo molto più ottimisti rispetto all'esercizio 2002/2003. Eidos dispone di un solido portafoglio di prodotti e lancerà Tomb Raider 6 il prossimo 15 novembre, lancio che dovrebbe trarre profitto dall'aumento delle vendite di nuove console, previsto nel periodo di Natale.

Se la capacità di Eidos di sfornare nuovi titoli non è messa in dubbio, siamo dubbiosi sulla capacità di commercializzarli nel tempo. MANTENERE.

condividi questo articolo