Analisi
Introduzione 15 anni fa - lunedì 25 marzo 2002

La notizia del dividendo straordinario ha favorito Mondadori (+9,1%).

 

ATTENZIONE SUI TASSI

· L’attenzione dei mercati si è focalizzata sulle decisioni delle autorità monetarie negli Usa e in Europa. I tassi ufficiali rimangono invariati, ma i segnali di ripresa rendono probabile un loro rialzo nei prossimi mesi. Le Borse hanno già anticipato i segnali di ripresa e questa settimana segnano il passo: S&P 500 -1,5%, Nasdaq -0,91%. In Europa, Francoforte -0,65% e Lisbona -0,44%. Positive Parigi (+0,29%), Madrid (+0,36%) e Bruxelles (+2,32%).

· Il Mib 30 chiude a -0,12%. A brillare sono due società che hanno annunciato dividendi generosi: Sirti (+23,4%; non acquistare) distribuirà un dividendo di 0,5 euro. Mondadori (+9,1%; mantenere) distribuirà un dividendo di 0,62 euro, quasi il triplo rispetto all’anno precedente. Bene anche i titoli assicurativi, come Mediolanum (+4,1%; non acquistare) e Ras (+3,1%; mantenere). Reggono bene anche HdP (+1,6%; non acquistare) e Aem (invariata; vedi testo a lato) che sono uscite dal Mib 30. Dopo diverse settimane positive, frena il settore bancario: su Bnl (-1,5%; acquistare) e Monte Paschi (-2,4%; acquistare) pesa anche il rallentamento nell’integrazione. In calo Eni (-2,5%; acquistare) che tratta il prezzo per l’eventuale acquisto di Enterprise Oil.

· Il settore auto ha beneficiato della possible ripresa economica: Volkswagen (acquistare) guadagna il 7,7% anche per le voci di riunificazione delle due categorie di titoli. Ancora problemi invece per Marconi (non acquistare), che perde il 54% dopo le difficoltà nel reperire finanziamenti. Anche ABB (-11,1%; vendere) naviga in cattive acque per il suo alto indebitamento, mentre KPN (+9,3%) registra una pesante perdita per il 2001 a causa della forte esposizione al mercato tedesco della telefonia mobile. La sua situazione finanziaria non è più critica, ma resta comunque preoccupante. Non acquistare.

 

condividi questo articolo