Analisi
Numico 15 anni fa - lunedì 11 marzo 2002

NUMICO

L’olandese Numico (29,18 euro; NUMCc.AS) ha chiuso il 2001 con un utile per azione (senza elementi straordinari) di 0,95 euro, in calo del 45% rispetto al 2000 (-9% su base comparabile). Anche i margini di guadagno sono scesi (dal 16,3% al 15,4%) a causa soprattutto dei cattivi risultati della divisione "vitamine ed erbe" negli Usa (34% circa dell’attività) le cui vendite sono diminuite anche nel quarto trimestre (-16%). Per migliorare la situazione Numico ha annunciato un piano di riduzione dei costi con il taglio di 600 posti di lavoro negli Usa. La ripresa, tuttavia, passerà soprattutto attraverso il lancio di nuovi prodotti che dovrebbero far riconquistare al gruppo quote di mercato. Confidiamo in un annuncio del gruppo in questa direzione nei prossimi mesi.

Per il 2002 riduciamo le stime sull’utile per azione a 1,10 euro, per tener conto dei costi per la ristrutturazione negli Usa (0,2 euro per azione). Restiamo comunque fiduciosi sulla capacità del gruppo di riprendersi, specialmente con l’arrivo della nuova direzione (proveniente da Danone) che dovrebbe dare una nuova impronta a Numico, la quale con gli ultimi investimenti non ha effettuato buone scelte. Al prezzo attuale l’azione, che è conveniente, tiene già ampiamente conto dei problemi negli Usa. Acquistare.

NUMICO (in euro)

A nostro avviso il titolo è stato eccessivamente penalizzato. Potete acquistare quest'azione conveniente.

 

condividi questo articolo