Analisi
Commerzbank 15 anni fa - lunedì 15 aprile 2002

COMMERZBANK

Anche il 2002 sarà un anno difficile per la tedesca Commerzbank (19,80 euro; CBKG.F), molto presente in Germania dove sono attesi numerosi fallimenti simili a quello del gruppo televisivo Kirch Media, in cui la banca è molto esposta. Il management prevede quindi per quest'anno accantonamenti pari a 1,9 euro per azione, superiori a quelli del 2001. Il gruppo conta tuttavia sulla ristrutturazione in corso (già chiuse 130 agenzie sulle 200 previste) per risparmiare 0,93 euro per azione nel 2002 e 1,4 euro nel 2003. Economie che, secondo i nostri calcoli, sarebbero invece solo di 0,63 euro per azione nel 2002 e di 0,95 euro nel 2003. Infine, per ridurre i rischi, la banca dovrà razionalizzare il suo portafoglio clienti, mossa indispensabile visto che manterrà la banca d'investimento, attività poco redditizia e con prospettive incerte di cui avremmo preferito la cessione.

Questa ristrutturazione poco aggressiva potrebbe mettere a rischio l'indipendenza della banca, anche se un eventuale acquirente sempre che superi l'ostacolo di un azionariato complesso (fra cui Generali che vuole aumentare la sua partecipazione) sarebbe interessato solo ad alcune sue attività. Prevediamo un utile per azione di 0,26 euro nel 2002 e di 0,35 euro nel 2003. Non acquistate quest'azione cara.

COMMERZBANK / BANCHE

La banca (nero; base 100), che insiste nel restare indipendente, continua a
far peggio del settore. Non acquistare.

 

condividi questo articolo